Logo MySql.gif






Introduzione

Nei prossimi paragrafi andremo a vedere come lavorare con mySQL per creare database, tabelle ecc... come inserire dati nel database e come estrarre i dati.
SQL (Structured Query Language) , è un linguaggio creato per l'accesso a informazioni memorizzate nei database.

COS’E’ IL QUERY BROWSER?

Il Query Browser è un programma appartenente ai tools per la gestione di database che consente di creare e gestire database e tabelle grazie ad un’interfaccia grafica.

Per creare un database bisogna accedere al server mySQL locale con utente root in modo tale da

avere i privilegi necessari.




COME APRIRE MYSQL

Premere in basso a sinistra l’icona “Start” andare su “Tutti i programmi” cercare l’icona “MySQL” e cliccare su “MySQL Query Browser”.





Come aprire mysql.JPG








AVVIARE MYSQL QUERY BROWSER

Impostare i parametri come segue con password=root e default Schema=nome database:

Apertura sql.JPG


Se la connessione al server è stata stabilita correttamente, tutti i valori inseriti nei campi della finestra di connessione verranno salvati per connessioni future.

Se si tratta del primo accesso, verrà creato il database Olimpiadi.



Successivamente vedrete come utilizzeremo per gli STATEMENT di mySQL (CREATE, DROP

ecc...) il maiuscolo; la scelta di usare il maiuscolo è dovuta al fatto che si tratta di una convenzione

e soprattutto perchè agevola la lettura delle query.





La Finestra Principale delle Query

Dopo aver stabilito correttamente una connessione al server MySQL, vi sarà presentata la finestra principale di query di MySQL Query Browser. Tutte le funzionalità dell'applicazione sono raggiungibili attraverso questa finestra.


Finestra principale.JPG






La finestra principale delle query di MySQL Query Browser

La finestra principale delle query è divisa in varie sezioni:
Barra delle Query: La barra delle query è il punto in cui create ed eseguite le vostre query. Essa è composta da tre pulsanti di navigazione (INDIETRO, AVANTI, AGGIORNA), l'area per le query, due pulsanti di azione (ESEGUI e STOP), e un indicatore di stato.
Barra degli Strumenti Avanzati: La Barra degli Strumenti Avanzati contiene tre insiemi di pulsanti: i pulsanti di Transazione (AVVIA, CONSEGNA, ANNULLA), i pulsanti di gestione delle query (SPIEGA, CONFRONTA), e i pulsanti di costruzione delle query (SELECT, FROM, WHERE, e così via.)
La Barra degli Strumenti Avanzati è visibile come in figura soltanto quando sono selezionate le opzioni Mostra barre degli strumenti avanzati e Mostra barre dei pulsanti di composizionenella finestra Opzioni Browser.
Area dei Risultati: Tutte le query sono visualizzate nell'area dei risultati. Si possono avere più linguette attive per volta, in modo da poter lavorare su query multiple. L'area dei risultati può essere divisa verticalmente e orizzontalmente per effettuare confronti, ed è possibile riunire query in diverse parti di un'area dei risultati separata.
Browser degli Oggetti: Il browser degli oggetti fa parte della barra laterale, e consente di gestire i vostri database, i segnalibri, e la cronologia. Potete scegliere su quale database e su quale tabella effettuare la query, aggiungere query di uso comune alla collezione dei segnalibri, e navigare tra le query fatte precedentemente per riusarle in seguito.




DEFINIZIONE DEI CAMPI DELLE TABELLE

Prima di tutto, è necessario creare le tabelle che comporranno il database. Nel nostro esempio le tabelle saranno le seguenti:



TABELLA ATLETI


TABELLA GARE


TABELLA SPECIALITA


TABELLA UNISCI_GARE_ATLETI

Ognuna di esse è composta da diversi attributi. Prima di creare le tabelle con l'istruzione CREATE andiamo ad analizzare nel dettaglio i tipi di dato che possono essere associati ad un campo di una tabella mySQL.




TIPI DI DATO IN mySQL

TIPO DESCRIZIONE
INT Comprende numeri interi di grandissime dimensioni, si suddivide in
Sottotipi come: Bigint, Int, Smallint, Tinyint.

FLOAT Numero in virgola mobile con segno, numero reale a singola precisione.

DOUBLE Numero in virgola mobile con segno a doppia precisione.

DATE Data compresa tra 1000-01-01 e 9999-12-31. Come potete notare il
formato è YYYY-MM-DD. Ci sono diversi tipi di formato data come:
Year YYYY, Time HH:MM:SS

CHAR Stringa a lunghezza fissa (1-255) . I tipi di formato carattere possono essere:
Char, Varchar, Text.

VARCHAR Stringa a lunghezza variabile compresa tra 1 e 255 caratteri. Se inferiore a 4
viene convertita automaticamente in CHAR.



NULL

Null in SQL è fondamentale ed è differente sia dal valore numerico 0 che da una stringa vuota, in
quanto dove è presente un valore nullo significa che non vi è mai stato alcun tipo di inserimento per quel campo in quel record.
Quando si sceglie invece l'opzione NOT NULL si forza il sistema a passare al database almeno un valore. NULL è il default per ogni colonna.



Chiavi primarie e auto increment


Per indicare quale colonna della tabella rappresenta la chiave primaria della stessa si utilizza l'attributo PRIMARY KEY.

In molti casi è comodo utilizzare chiavi primarie di tipo AUTO INCREMENT, ovvero che incrementano di 1 il valore della chiave ad ogni record inserito (è possibile stabilire anche il valore dell'incremento).

Es:

ID_atleta INT (4) AUTO_INCREMENT PRIMARY KEY

Per definire una chiave primaria è possibile utilizzare più attributi: nella raffinazione del modello ER, infatti, in una tabella figlio si possono usare le chiavi primarie delle due tabelle padre. Le chiavi primarie delle due entità di partenza diventano chiavi esterne e vanno a costituire la chiave primaria composta dell’entità figlio.





CREAZIONE TABELLA

TABELLA ATLETI
Inserire il seguente comando SQL nella barra delle Query, poi premere il pulsante Execute:
CREATE TABLE atleti
(ID_atleta INT(4) AUTO_INCREMENT PRIMARY KEY,
nome VARCHAR(10), NOT NULL ,
cognome VARCHAR(15) NOT NULL ,
nazione (VARCHAR(15) NOT NULL)
ENGINE=”InnoDB”;

Create table.PNG






L’INSERIMENTO DI NUOVE RIGHE
Il costrutto INSERT consente di inserire nuove righe nella tabella in esame. Il nuovo record viene aggiunto in coda. Scrivendo il seguente comando nella barra delle Query e premendo Execute, vengono inserite due nuove righe nella tabella Atleti.


Insert into.JPG




IL BROWSER PER DATABASE


Il browser dei database (schemi) è la finestra principale del browser degli oggetti. Esso può essere utilizzato non solo per scegliere tabelle e campi per le query, ma anche per modificare, creare e cancellare tabelle e database. Il browser dei database può essere usato per impostare il database di default, operazione necessaria prima di poter effettuare query sulle tabelle.



Browser del db.JPG


Il database di default corrente sarà sempre contrassegnato dal testo in grassetto. Per cambiare il database di default, fate clic destro sul database desiderato e scegliete l'opzione MAKE DEFAULT SCHEMA (Rendi Schema Di Default), oppure fate doppio clic sul database desiderato.

Le colonne appartenenti a una chiave primaria hanno una piccola icona a forma di chiave alla sinistra del loro nome, le altre hanno un'icona con un rombo blu.

Per creare un nuovo database, fate clic destro all'interno del browser dei database e scegliete l'opzione CREATE NEW SCHEMA.
Per creare una nuova tabella, fate clic destro all'interno del database al quale volete aggiungere la tabella e scegliete l'opzione CREATE NEW TABLE.
Potete eliminare degli oggetti cliccando con il tasto destro sull'oggetto da eliminare e scegliendo l'opzione appropriata (DROP SCHEMA, DROP TABLE, etc.).
Potete modificare un oggetto facendo clic destro su di esso e scegliendo l'opzione appropriata EDIT TABLE, EDIT VIEW, etc.).
Quando scegliete l'opzione EDIT TABLE, comparirà il MySQL Table Editor con la tabella selezionata.

IL BROWSER DELLE INFORMAZIONI

Il browser delle informazioni fornisce accesso a tutte le informazioni non direttamente legate ai dati effettivi contenuti all'interno del vostro database.
Il browser dei parametri fornisce diversi parametri locali, globali e dinamici, che possono aiutarvi a costruire le vostre query, mentre il browser della sintassi fornisce una pratica consultazione della sintassi delle query MySQL.
Il browser delle funzioni fornisce un riferimento rapido alle varie funzioni costruite in MySQL.




IL BROWSER DELLE TRANSAZIONI

Il browser delle transazioni elenca tutte le query che compongono una singola transazione, e funge da cronologia per una singola transazione.



IL BROWSER DELLE SINTASSI

Il browser della sintassi fornisce uno strumento di consultazione rapida per determinare la sintassi corretta da usare quando costruite le query.
Facendo doppio clic sui vari tipi di sintassi (SELECT, REPLACE, e così via) potete ottenere le informazioni usando il sistema di aiuto in linea.
Le informazioni di consultazione compaiono in una nuova linguetta all'interno dell'area dei risultati.
Per espandere una data categoria di sintassi, fate doppio clic sull'intestazione della categoria.



IL BROWSER DELLE FUNZIONI

Il browser delle funzioni fornisce uno strumento di consultazione rapida d'uso delle funzioni precostruite del server MySQL.
Facendo doppio clic sulle varie funzioni potete richiamare le informazioni di riferimento usando il sistema di aiuto in linea.
Per espandere una determinata categoria di funzioni, fate doppio clic sull'intestazione della categoria.
Le informazioni di riferimento sono visualizzate in una nuova linguetta all'interno dell'area dei risultati.





Usare il MySQL Query Browser


In questo capitolo approfondiremo la conoscenza degli strumenti messi a disposizione dal MySQL Query Browser attraverso esempi di uso pratico:
- Inserire e modificare manualmente le query
- creare le query

INSERIRE E MODIFICARE MANUALMENTE LE QUERY


Il compito più comune eseguito con il query browser è quello di eseguire query ed analizzare i loro risultati. Il modo più diretto per creare una query è digitarla direttamente nell'area delle query.
Durante la digitazione della query, le porzioni di sintassi SQL della query (SELECT, FROM, WHERE,e così via) sono evidenziate in blu.
Durante la digitazione della query, l'area delle query si espanderà da un minimo di tre righe a un massimo di dieci righe in altezza.
Per avere spazio aggiuntivo, potete premere il tasto F11, in modo da massimizzare l'area delle query. Allo stesso scopo potete scegliere la voce MAXIMIZE QUERY AREA dal menu VIEW.
Quando la query è massimizzata, saranno visualizzati i numeri di riga per la query, e l'area delle query potrà essere ridimensionata cliccando e trascinando la linea che divide l'area delel query dall'area dei risultati.
Per ripristinare l'area delle query, premete nuovamente il tasto F11.
Una volta che avete inserito una query nell'area delle query, cliccate sul pulsante EXECUTE; il risultato della query sarà visualizzato nell'area dei risultati.
Per eseguire la query, potete anche premere la combinazione di tasti Ctrl+ Invio. In caso di errori, comparirà un'area degli errori in fondo all'area dei risultati, che visualizzerà i messaggi d'errore rilevanti, e i numeri d'errore.
In aggiunta al caricamento dei risultati delle query nell'area dei risultati corrente, potete anche creare una nuova area dei risultati o dividere l'area dei risultati corrente e caricare i risultati nella nuova sezione.
Per eseguire la query e caricare i risultati in una nuova area, cliccate sulla freccia verso il basso al di sotto del pulsante EXECUTE e scegliete l'opzione EXECUTE IN NEW TAB oppure premete Ctrl+Shift+Invio.
Per separare l'area dei risultati attiva e visualizzare i risultati delle query, cliccate sulla freccia verso il basso al di sotto del pulsante:
EXECUTE e scegliete l'opzione SPLIT TAB AND EXECUTE o premete Ctrl+Alt+Invio.
Dovete stabilire un database di default prima di poter eseguire query su tabelle specifiche (senza database di default potete comunque eseguire query che non fanno riferimento a tabelle).
Potete stabilire il database di default nella schermata di connessione, o facendo clic destro su un database nel browser dei database e scegliendo MAKE DEFAULT SCHEMA, o scegliendo l'opzione CHANGE
DEFAULT SCHEMA dal menu FILE.






CREARE LE QUERY

Una delle funzionalità di MySQL Query Browser è la possibilità di creare query.
Questo vi consente di selezionare dal browser dei database le colonne e le tabelle dalle quali volete eseguire le query, ed avere una query costruita automaticamente sulla base delle vostre scelte.
Il primo passo per creare una query è scegliere una tabella su cui eseguire la query.
Cliccate e trascinate la tabella su cui volete eseguire la query nell'area delle query per iniziare una query.

Query.JPG


GLI STRUMENTI PER LE TABELLE

Quando scegliete una tabella dal browser dei database e la trascinate sull'area delle query, comparirà uno strumento per le tabelle con alcune azioni per la composizione delle tabelle.
Rilasciate la tabella che state trascinando sull'azione desiderata, e la query sarà modificata di conseguenza. Sono possibili le seguenti azioni:

SELECTsostituisce l'espressione corrente con una query SELECTcontenente la tabella trascinata

Add Table aggiunge la tabella trascinata alla lista di tabelle nella query SELECT corrente

JOIN Table: Se è già presente una query SELECTnel box delle query, con una tabella all'interno, saranno aggiunte la nuova tabella trascinata e la proposizione WHEREper eseguire una JOIN

LEFT OUTER JOIN è come la precedente, ma effettua una LEFT OUTER JOIN in luogo della JOIN

UPDATEsostituisce l'espressione corrente con una espressione UPDATEcontenente la tabella trascinata

INSERT sostituisce l'espressione corrente con una espressione INSERTcontenente la tabella trascinata

DELETEsostituisce l'espressione corrente con una espressione DELETEcontenente la tabella trascinata

Dopo che una tabella è stata selezionata, potete scegliere delle colonne specifiche su cui eseguire query; cliccate sul pulsante SELECT dai pulsanti per la creazione di query sulla barra dei pulsanti.
Il puntatore del mouse cambia in un puntatore Select, che potete usare per scegliere le colonne dal browser dei database.
Una volta che avete scelto le colonne su cui eseguire le query, potete usare gli altri pulsanti per completare la vostra query con le proposizioni WHERE, GROUP BY e ORDER BY. Quando viene aggiunta una nuova sezione della query con i pulsanti di creazione, il cursore viene spostato nell'area delle query per permettere la modifica; se cliccate su un campo con il puntatore WHERE, il cursore sarà posizionato in modo da inserire i dettagli della proposizione WHERE.





Spolini Thomas, Mandelli Alessio, De Nicola Alessandro, Settanni Teresa
CLASSE 5CM